Thursday, April 10, 2008

LE AVVENTURE DI PILLOLE DI MODA: INCONTRI RAVVICINATI DEL TERZO TIPO

Qualche giorno fa, con mia grande sorpresa, ho trovato nella casella della posta un invito alla presentazione della nuova collezione della stilista Allegra Hicks. Nonostante i mille impegni di questi giorni, ho deciso di farci un salto (nella speranza di una goodie bag e di un rinfresco).

Ore undici, ristorante L'Aubaine nei pressi di Regent street, saletta al piano interrato. Il bar ha luci soffuse e due miseri stand con gli abiti appesi (lo dico subito: la collezione non mi è piaciuta, se non un abito che sull'appendino era bellissimo e sulla modella orribile, quindi non sprecherò fiato a proposito), niente goodie bag, niente rinfresco.

La PR di turno stava spiegando i dettagli della collezione ad una fashion editor (vedi foto). Ed io ho una pessima memoria visiva per quanto riguarda le persone famose, non le riconosco mai. Quindi puntualmente, sapevo che quella fashion editor fosse qualcuno, ma non sapevo bene chi. Accantonando il problema riconoscimento celebrità, mi dedico ai vestiti, la sconosciuta redattrice se ne va, io mi ritrovo al centro dell'attenzione della PR (che fa una faccia un po' confusa quando le dico "per chi lavoro").

Sto per andarmene, la PR mi chiede gentilmente di firmare il guestbook. Mi accingo a firmare, do un'occhiata alla firma sopra la mia: Alexandra Shulman, Vogue: ero nella stessa stanza con la direttrice del mio Vogue preferito sulla faccia della terra, e ovviamente non me ne sono accorta (mentre avrei potuto ingaggiarmi in qualche interessante conversazione su fronzoli e simili, o chiederle un lavoro implorandola in ginocchio).

Mi prendo a "mazzate in testa".

2 comments:

Mattia said...

Cavolo!! potevi notarla prima!! Come se in questo momento mi ritrovassi nella stanza con la Wintour!! sai che spettacolo! vabbeh complimentissimi per il tuo blog ti seguo sempre, forse sono l'unico uomo che ti segue... ciao ciao... Mattia

Rosa said...

Diciamo che la Wintour (così come la Sozzani o la Roitfield) salta molto più all'occhio in confronto. Alexandra Shulman è una delle direttrici di Vogue all'apparenza più discreta!