Friday, October 31, 2008

L'INEVITABILE...

Vivendo a San Francisco, ci sono due argomenti che negli ultimi giorni non si sono potuti evitare: le elezioni e Halloween. Mentre sul primo evito di commentare data la scarsa preparazione che ho sul tema (anche se potrebbe esserci un post finto-patriottico in arrivo prima del 4 novembre), il secondo non può non essere preso in considerazione.

Mi è stato detto che a San Francisco Halloween è la festa più celebrata di tutte (più di Natale, Ringraziamento ecc., anche se purtroppo non avrò la possibilità di controllare di persona): ne sono la prova le innumerevoli zucche, ragnatele, scheletri e fantasmi che decorano ogni casa, dai quartieri più poveri a quelli più signorili, le svendite speciali per l'occasione e tutti i negozi, dalle farmacie ai negozi dell'usato, che allestiscono scaffali speciali con costumi, maschere, scherzi e dolci.

Tanto per capire la devozione californiana per questa festa, questa è la scena che mi sono trovata fuori casa qualche giorno fa:







Sebbene tutti non facciano altro che stressarmi e tormentarmi sul tema costume (tutti prendono la cosa molto, ma molto seriamente), non ho intenzione di vestirmi da nulla. Non mi piacciono i costumi da strega, indossare un lenzuolo da fantasma renderebbe impossibile porare una borsetta, l'anno scorso ho tentato una mummia con scarsi risultati, e gli scheletri sono troppo complicati. Poi, va detto, non mi piace indossare costumi veri e propri, piuttosto adattare i miei outfit per l'occasione.

Style.com deve avermi letto nel pensiero, perchè ha pubblicato una carrellata di estrapolati dalle sfilate perfetti per essere camuffati da travestimenti ma altrettanto adatti al mio giardaroba.

Il mio preferito è senza dubbio il collo (come avrete notato neanche ad Halloween abbandono la mia ossessione) di Christian Lacroix, che mima uno scheletro ma che starebbe benissimo su un little black dress come con T-shirt nera e immancabile blazer, a seconda di dove mi porti la serata.



Happy Halloween!

3 comments:

AlicePleasance said...

Sempre dalla carrellata di style.com, il mio preferito è senz'altro l'abito di Rodarte, trovi che il taglio sia incredibile.
Due anni fa ho passato la settimana di Halloween a New York ed era incredibile l'attenzione per le decorazioni, così diverse da un quartiere all'altro. Per quanto riguarda il costume, la mia ispirazione quest'anno viene senza dubbio dalle immagini di Pamela Klaffke, fotografa scovata su Etsy e di cui ho scritto ieri nel mio blog.

AnteaBlanca said...

Esatto... Io ho rivisitato il mio styling senza travestimenti, camicia con i teschi e cravatta... Molto meglio, oltre che molto meno impegnativo di un travestimento...

AnteaBlanca said...

Esatto!!! Stessa cosa che ho fatto io, rivisitato il mio styling con una camicia con i teschi. Molto meglio oltre che molto meno impegnattivo...