Tuesday, July 29, 2008

QUESTI PANTALONI SONO IL MUST-HAVE DELL'ESTATE...

...così dicono sul New York Times a proposito dei boyfriend jeans del marchio americano Current/Elliot.



A vederli così sembrano l'opzione perfetta per la stagione: taglio pulito, morbidi e versatili. Non aderenti, ma neanche larghissimi. Molto meglio degli skinny, che con questo caldo sono in cima alla lista dei miei incubi!

Certo, sarebbero da provare, e a questo proposito ho mandato un'email alla compagnia per avere una lista di negozi, nel frattempo sono disponibili su Eluxury, ma non fatevi ingannare dalla foto poco attraente!

PS: l'intero catalogo Current/Elliott è adorabile! Voglio ogni cosa.

3 comments:

Anonymous said...

non riesco a trovare il punto vendita a new york...
imbranatissima ok, ma per caso sei riuscita ad avere l'elenco?

e già che ci sono una domanda a bruciapelo: se fossi a new york quale sarebbe la top ten dei tuoi acquisti?

new york è talmente immensa e piena di possibilità shoppinghesche che ti gira la testa e o sfori il budget comprando scemenze che troveresti anche in italia o non compri niente... (ovviamente la prima!!!)

baci e complimenti per il blog! sei una fonte inesauribile di spunti!

cla

Giulia said...

concordo, il catalogo Current/Elliott è una meraviglia!

Rosa said...

Cla: da Current/Elliott non mi hanno risposto, ma a detta di Nylon sono disponibili da Barneys e da Neiman Marcus.

Se fossi a New York non mi basterebbe una lista di dieci cose da comprare! solo che poi andrebbe a finire come l'ultima volta, che non ho comprato niente!

Comunque di sicuro qualcosa da Alexander Wang, probabilmente un vestito. Poi ballerine da Marc Jacobs e sandali Rachael Comey da Gargyle. Un salto da Barneys Co-op per le Birkenstock di Phillip Lim, e a Soho per un paio di sneakers introvabili (ossessionata dalle scarpe). Sempre a Soho, di sicuro qualcosa al negozio Taschen (soffro da quando ha chiuso quello di Londra) e alla libreria Rizzoli. Magliette da American Apparel (che non mi fa impazzire, ma in America pare brutto non andarci). Blazer Daughters by Obedient Sons, ma so che poi vorrei anche una camicia. Ancora scarpe, oops, da Sigerson Morrison nel lower east side. E già che ci sono un salto al New contemporary museum, per una visita e, all'uscita, una maglietta stampata dal bookstore.

E' meglio che non metta piede a New York nell'immediato futuro!