Monday, October 12, 2009

PRIMAVERA/ESTATE 2010: ALEXANDER MCQUEEN

Le stampe si sciolgono sulla stoffa drammaticamente drappeggiata e delicatamente addobbata, il risultato è un delirio di dettagli tali che non basterebbe una settimana per digerire la quantità di informazioni che lo stilista inglese ci ha proposto in pochi minuti di show. Perchè di show si parla: se da noi si sfila, nei paesi anglosassoni si va in scena. Quella che noi chiamiamo banalmente sfilata e i francesi identificano come defilè, per gli inglesi è un fashion show, al cui nome il signor McQueen ha deciso di rimanere fedele organizzando unno spettacolo che resterà nella storia della moda. Divulgato sul web grazie a Nick Knight, che si è servito di due enormi telecamere snodate lungo la passerella, le cui immagini sono state guardate da milioni di voyeurs in tutto il mondo che si sono uniti allo stupore dei fashion editors in sala.










Intitolata Plato's Atlatis, l'ultima fatica dell'enfant prodige inglese diventa una rappresentazione di un immaginario futuro in cui l'uomo ritorna ai primordi della specie fondendosi con improbabili rettili, pesci e piante. Dietro a portabilissimi (anche se decisamente estrosi) miniabiti stampati c'erano modelle con protesi facciali e pettinature aliene che sfilavano con le scarpe più incredibili di questa stagione, come grotteschi artigli o insetti deformi a ridefinire l'estetica della calzatura.

Carissimo Lee: nessun bisogno dell'inchino alla fine della sfilata: siamo noi che ci inchiniamo davanti alla tua sorprendente e geniale creatività.

2 comments:

Ada09 said...

McQueen forever!!

PrettyFry said...

Un grande...
e' così originale.
Le sue creazioni sono vere e proprie opere d'arte!