Tuesday, February 17, 2009

RASSEGNA STAMPA...

Sapete quanto ami le riviste. Più della moda, più dei vestiti, più delle sfilate: sono le riviste la mia vera ossessione. Ne compro continuamente. Ne compro così tante che non riesco a tenere il passo con la mia mania, non riesco a leggerle, a volte neanche a sfogliarle, che già arriva il nuovo carico e ricomincia tutto da capo.

Quindi ho deciso di aggiornare i miei acquisti cartacei qui su Pillole di Moda. Ogni settimana posterò le riviste che ho comprato: alcune popolari, altre meno popolari, Italiane e straniere, di moda e non. Lo faccio per ricordarmi di quello che compro e magari prestarci più attenzione, e perchè in ogni caso mi piace parlare di riviste e questa non è che una scusa in più.

Questa settimana (capita di martedì, ma ha molto più senso che le prossime R.S. avvengano di domenica, dato che è il giorno in cui torturo letteralmente il mio edicolante di fiducia..):



Amica - una delle mie riviste preferite per tono di scrittura e grafica semplicissima. E' sempre bella da guardare, sempre interessante, e le pagine di moda curate dalla direttrice Daniela Bianchini (quella donna è una leggenda: avete idea di cosa riesce a fare con quattro foto di passerella? I suoi sono sempre gli spunti più interessanti) sono imbattibili. Data la stazza (quasi seicento pagine!!) non l'ho ancora affrontato (tranne le mie pagine preferite ovviamente), e la lettura è rimandata a un viaggio in treno della prossima settimana. Sì alla copertina ultrasemplice (più del solito, se possibile).

Glamour - una rivista che propone molti spunti interessanti, idee e dritte utili, specie per il mondo del lavoro e il web. Questo mese: moda ispirata a Mary Poppins (mia eroina d'infanzia e ancora una delle mie preferite), nuove collaborazioni artistiche per il mondo della moda e qualche consiglio per quelle mini amnesie di cui soffro continuamente (ve ne ho già parlato. Talmente tante informazioni che qualcosa va inevitabilmente perso). E poi: tecnospionaggio, social network fai da te e arte low price.

Ventiquattro - posso sempre contare sulle copertine di Ventiquattro, e questa con bulldog su sfondo fiorato non fa eccezione. E' una delle riviste meglio disegnate d'Italia, e da quando l'ho scoperta non me ne perdo un numero (a costo di stressare l'edicolante di cui sopra, che non sa mai la data di uscita, e neanche io). Tra le varie cose, un articolo sul business dei "kit da tomba": corredi in cartoncino con cui seppellire i propri cari. Forse un po' macabro, ma estremamente affascinante.

IL - altro mensile del Sole 24 Ore (come Ventiquattro), dal design un po' più rigido, un po' più simile ad un quotidiano. Devo ammettere che l'ho comprato stamattina, e prevedo sarà la mia lettura per l'aereo, quindi non ho idea dei contenuti.

D - vi ho già parlato del mio amore per D. Questa settimana mi danno un motivo in più per amarlo, dato che a pagina 116 (potete sfogliarlo qui) c'è un articolo sulla School of Life (tra l'altro il loro sito è molto carino), bizzarra accademia che insegna la vita di famiglia, la politica, il gioco e altre cose che mai vi aspettereste di imparare sui banchi di scuola.

Jalouse - spero non me ne vogliano se definisco Jalouse come una versione giovane e sbarazzina di Vogue Paris. Magari le riviste per adolescenti italiane fossero così ben disegnate e belle da guardare! Questo mese Jalouse (che in realtà è stato una specie di regalo di San Valentino del mio ragazzo, dato che mi sono presentata in edicola senza un soldo) arriva carico di sorprese: la baby-star (che poi tanto baby non è più) Dakota Fanning in copertina, e dentro due servizi fotografici (che cercherò di scannerizzare/fotografare e postare al più presto) dedicati a due delle mie cose preferite, ovvero i Goonies e le icone teenager anni '90. I Goonies era il mio film preferito da piccola, e quelli di Jalouse l'hanno ricreato scena dopo scena con abiti fedeli al mood anni '80 del film. Le icone anni '90 includono Will Smith e Natalie Portman, il cast di Bayside School e Beverly Hills, 90210 e la coppia Vanessa Paradis/Johnny Depp, fedelmente riprodotti da baby-modelli.

Somenica la R.S. sarà fatta da Londra: aspettatevi almeno due volte tante riviste (mi sa che porterò una valigia vuota, da riportare in Italia piena solo di carta)!

2 comments:

Antonio said...

Non hai parlato di Vogue... anche se troppo inflazionato da meisel nell'ultimo anno... avrà firmato un contratto con la Sozzani? O di Style... molto carina come rivista.... secca ma carina... purtroppo io preferisco quelli che puntano sull'artisticità dei servizi fotografici e vogue è il migliore

LightStealer said...

...allora che ne pensi di Love..?

Io confesso che non riesco ad apprezzare Beth Ditto (sarà che non mi piacciono nemmeno i The Gossip!), però per il resto sono rimasta parecchio soddisfatta della qualità delle immagini e delle scelte stilistiche in generale.

Beh sì, a parte anche Agy versione Elisabeth II (ma Agy è un altro mostro sacro di cui non comprendo il fascino, quindi non sono obiettiva...)

L.
http://lightstealerwear.blogspot.com/